AVVISO

Gentili genitori.
Vista l’evoluzione della situazione epidemiologica e l’incertezza sull’organizzazione del processo formativo dal 2 novembre in poi si pregano gli alunni delle classi I-V di svuotare gli armadietti e gli stipetti e di portare a casa tutto l’occorrente scolastico (libri di testo, quaderni attivi, quaderni, occorrente arte, cambio sport ecc.).
Si prega, inoltre, di verificare il funzionamento dei propri computer o altri dispositivi elettronici e l’accesso alle aule virtuali (vi si accede dal sito della scuola).
In questo periodo difficile e pieno di incertezze la collaborazione tra scuola e famiglia è fondamentale. Grazie della comprensione.

COMUNICATO PER GLI ALUNNI DALLA I ALLA IX CLASSE

 Vista la circolare ministeriale n. 6030-1/2020/77 del 15 ottobre 2020 si comunica che dal 19 ottobre 2020 (fino alla revoca) sono sospese tutte le attività d’interesse pomeridiane scolastiche ed extrascolastiche svolte da collaboratori esterni.

La direzione

COMUNICATO

Si comunica che in base alla circolare ministeriale n. 6030-1/2020/76 emanata il 14 ottobre 2020 dal 19 al 23 ottobre verranno sospese, temporaneamente, le attività didattiche in presenza per le classi VI –IX. In corrispondenza di tale sospensione verrà attivata la didattica a distanza (aule virtuali).

La direzione

Giornate europee del patrimonio culturale: Credenze popolari istriane

In ambito alle Giornate europee del patrimonio culturale, celebrazione promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea, martedì 6 ottobre gli alunni delle classi VIIa e VIIb hanno partecipato al laboratorio La nostra regione tra mitologia e archeologia. Dopo alcuni cenni introduttivi sulla varietà del patrimonio culturale e l’importanza della sua tutela e valorizzazione (tema su cui gli alunni si sono dimostrati molto preparati), agli alunni è stato presentato, in sunto, il ricco mondo mitologico all’origine del sistema di credenze e superstizioni che caratterizzano la penisola istriana. Streghe, benandanti (krsniki) e altre creature sovrannaturali sono stati, infine, sapientemente usati dagli alunni in storie d’invenzione e disegni.